1 agosto 2020 – utte le condizioni di crisi in qualche modo costringono individui e organizzazioni a una sorta mobilitazione concettuale. Obbligano a sviluppare soluzioni inedite per fronte a difficili situazioni di forte perturbazione nella vita delle persone, dei gruppi, degli Stati. In questi casi si è soliti affermare che le crisi “insegnano sempre qualcosa”. Cosa può insegnare l’emergenza sanitaria legata al COVID-19 in termini di Studi di Intelligence? Probabilmente molte cose e sotto una pluralità di spetti. In questo breve contributo si intende indagare, a grandi linee, la pandemia intesa come potenziale occasione di riflessione ed evoluzione disciplinare nel campo dell’Intelligence delle Fonti Aperte (OSINT).
Come influisce la pandemia sulla ontologia delle fonti e sulle loro prassi informative e relazionali? Come il Coronavirus modifica la struttura dei network delle fonti? In che modo un a Teoria Generale per l’OSINT può contribuire a scongiurare fenomeni particolarmente “infestanti” in situazioni di crisi come la disinformazione e le fake news? Siamo sicuri di possedere gli strumenti concettuali per affrontare e rispondere in modo utile e tempestivo a questi interrogativi? La risposta a tali quesiti risiede in una concreta spinta di innovazione concettuale e disciplinare negli Studi di Intelligence e, in particolar modo, nell’Intelligence delle Fonti Aperte che per le sue peculiarità può essere in grado di rappresentare quella “cassetta degli attrezzi” che è ormai indispensabile per interpretare queste sfide e quelle che verranno. DOWNLOAD PDF: https://press.socint.org/index.php/home/catalog/book/2020_07_nacci


28 dicembre 2019 – Due anni e mezzo fa Intelli|sfera si affacciò sul vasto e eterogeneo panorama culturale dell’intelligence, proponendosi come portatrice di una innovativa visione dell’assetto disciplinare dell’intelligence delle fonti aperte. A – a partire dal gennaio 2020 Intelli|sfèra evolve, si trasforma, cambia totalmente pelle, per attuare con ancora maggiore incisività la sua missione originaria: l’innovazione disciplinare nell’Intelligence delle Fonti Aperte.



21 dicembre 2019 – Nell’ambito delle attività tipiche di Intelligence delle Fonti Aperte, il rapporto tra l’esperto di dominio OSINT e tutti gli altri attori a qualsiasi titolo interessati o coinvolti nel processo di intelligence è sempre strategico. Questo deriva dalla quella prassi assiomatica che è dichiarata all’interno della Teoria Generale, secondo la quale in OSINT ogni entità informativa (compresi committenti e decisori) va considerata alla stregua di una fonte .



14 dicembre 2019 – In questa terza ed ultima puntata affronteremo finalmente la parte forse più significativa della fonte (o almeno la parte che maggiormente descrive la sua funzione tipica) ovvero quello che viene definito il suo “carico pagante”, la sua conoscenza. Nel caso della biblioteca… i libri e le pubblicazioni.



7 dicembre 2019 – Uno degli aspetti che ahinoi viene sistematicamente sottovalutato quando ci si discute dell’assetto disciplinare di OSINT riguarda tutto il discorso sulle modalità e sulle prassi attraverso le quali le fonti vengono create. Normalmente infatti si è portati a pensare che le fonti siano qualcosa che debba soltanto essere cercato, scoperto, acquisito ed interrogato.



30 novembre 2019 – Nella puntata precedente abbiamo scelto un approccio alla fonte-biblioteca di tipo, diciamo così, extra-sistemico, ovvero dall’esterno, considerandola cioè nella sua interezza, come un “unicum”, tentando di validarla attraverso l’annotazione dello stato delle macro-proprietà che erano osservabili – o deducibili – da quella specifica angolazione. In questa puntata ci armiamo di un pizzico di intraprendenza, e proviamo ad entrare in biblioteca…



23 novembre 2019 – Come si fa a “addestrarsi” all’OSINT? La dipendenza da tutto ciò che oggi evochiamo con la locuzione “il digitale” (internet, isocial network e… tutto il resto) ci ha ormai in qualche modo convinto che le fonti esistano soltanto sulla rete o che comunque soltanto sulla rete siano così facilmente e immediatamente disponibili e accessibili. Niente di più falso. Dunque, se non su internet, come facciamo ad allenarci alle attività OSINT? Andando in biblioteca. O in libreria, che è la stessa cosa. Vediamo come e perché.



16 novembre 2019 – Quali sono gli elementi che, all’interno di un contesto, avvertono sulla potenziale presenza di processi di intelligence? Come identificare quelle particolari condizioni che rendono possibile, agevole e soprattutto utile avviare attività di intelligence delle fonti aperte?



9 novembre 2019 – Uno degli argomenti principali della Teoria Generale è quello di considerare ogni oggetto in osservazione come una fonte potenziale. Dunque se le discipline possono essere considerate come fonti del sapere allora forse non è così ardito ipotizzare che i concetti – intesi come idee e nozioni che esprimono i caratteri essenziali e costanti di una data realtà – siano le fonti della conoscenza disciplinare.


3 novembre 2019 – Quali differenze e quali analogie che esistono tra il concetto di investigazione e quello di intelligence? In questo podcast affrontiamo questo argomento – certamente non nuovo e più volte affrontato da autorevoli commentatori – ma che continua a creare qualche difficoltà di interpretazione, qualche volta proprio tra gli addetti ai lavori.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0